Torna ad inizio pagina

Sei in: >Servizi > Norme di riferimento

File Allegato Scarica il documento completo (190 Kb)



Condizioni generali di somministrazione



1. CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

  1. La somministrazione di acqua potabile secondo gli standards e le caratteristiche sono disciplinate dalle presenti Condizioni Generali, dal Contratto per il servizio idrico integrato (in seguito il “Contratto”) stipulato fra Acque Veronesi s.c.a r.l. e l’Utente e contenente le condizioni tecniche e particolari di erogazione del servizio, oltre che dalle vigenti disposizioni legislative, regolamentari e tariffarie emanate dall’Autorità competente.
  2. L’Utente accetta le modifiche alle tariffe ed alle Condizioni Generali che in virtù dei provvedimenti della competente Autorità venissero in futuro eventualmente disposte, fatte salve tutte le norme a tutela dell’Utente previste dalle normative vigenti e dalla carta dei servizi.
  3. Il Contratto entrerà in vigore il giorno del completamento delle opere d’allacciamento, avrà durata annuale e si rinnoverà tacitamente per periodi di pari durata se non verrà data disdetta da una delle parti con preavviso di almeno 5 giorni lavorativi.
  4. All’Utente non è data facoltà di cedere il Contratto, né di cedere a Terzi i prodotti del Gestore o di utilizzarli per applicazioni o in luoghi diversi da quelli stabiliti nel contratto.
  5. Il Gestore potrà cedere il contratto ad altri enti gestori, restando peraltro immutate le condizioni praticate all’Utente e le tutele in vigore. Di tale variazione l’Azienda si impegna a darne tempestiva comunicazione agli utenti.
  6. Il Gestore si riserva di non stipulare contratti con persone fisiche o giuridiche, relativamente alle quali sia accertata e documentata una pregressa morosità, salva la facoltà dei richiedenti di dimostrare l’estraneità all’insoluto, di fornirne adeguata giustificazione, ovvero di provvedere alla sanatoria dello stesso mediante pagamento della somma capitale, oltre ad eventuali interessi ed accessori.

2. DEPOSITO CAUZIONALE

  1. L’Utente all’atto della stipulazione del Contratto presterà, a garanzia delle obbligazioni assunte, un deposito cauzionale in denaro o nei modi di legge, nella misura stabilita dal Gestore, e comunque correlata all’entità della somministrazione; laddove sia prestato deposito cauzionale in contanti il relativo importo verrà restituito alla cessazione del contratto.
  2. Qualora nel corso della fornitura il deposito cauzionale dovessero risultare inadeguato in relazione all’entità della somministrazione sulla base dei consumi storici o per sopravvenute disposizioni di legge o regolamenti, potrà essere richiesto un congruo adeguamento dello stesso.

3. IMPIANTI, ALLACCIAMENTI E FORNITURE

  1. L’esecuzione dell’allacciamento e la fornitura sono subordinati all’ottenimento, a cura ed a carico del richiedente, di ogni necessaria autorizzazione, servitù, consenso, da parte dei titolari di diritti di proprietà o latri diritti reali sugli immobili interessati dagli impianti.
  2. Il Gestore sarà in ogni caso tenuto sollevato ed indenne dal Richiedente dalle conseguenze di eventuali richieste avanzate da Terzi in relazione ai diritti di cui sopra.
  3. Il Gestore avrà la piena disponibilità degli impianti a monte dei contatori e avrà facoltà di servirsene liberamente anche per soddisfare nuove richieste di Terzi, fermo quanto sopra.
  4. L’Utente si impegna ad agevolare l’esecuzione di nuove opere ed allacciamenti a favore di Terzi, concedendo al Gestore i relativi permessi e servitù qualora gli impianti da istallare dovessero, per ragioni tecnico-economiche, interessare immobili di sua proprietà, salvo diritto ad un congruo indennizzo qualora da ciò derivasse un danno.
  5. Gli impianti a valle dei contatori vengono realizzati dall’Utente in conformità ai requisiti stabiliti dalle norme e dai regolamenti vigenti; il Gestore si riserva la facoltà di eseguire controlli e verifiche su detti impianti al solo scopo di garantirsi da perturbazioni ai servizi od ad infrazioni al contratto, senza assumere comunque responsabilità alcuna circa il funzionamento e la sicurezza degli impianti dell’Utente.
  6. Il Gestore non assume responsabilità per danni derivanti da interruzioni nel servizio di erogazione dell’acqua causate da eccezionale siccità, da lavori di manutenzione alle opere dell’acquedotto, o per lavori di pubblica utilità; riduzioni di fornitura o diminuzione di pressione o torbidità o presenza di sabbia dovute a causa di forza maggiore quali guasti od incidenti, scioperi, o dovute a particolari esigenze tecniche quali manovre di organi di regolazione, by-pass, ecc.
  7. In nessuno di tali casi il titolare del contratto di fornitura avrà diritto al risarcimento dei danni, indennizzi o diminuzioni di corrispettivi.
  8. In caso di interruzione programmata del servizio il Gestore s’impegna a dare preventivo avviso mediante idonee e proporzionate modalità, in funzione del numero di utenze interessate.

4. MISURAZIONE DEI CONSUMI

  1. La misurazione dei consumi è effettuata con contatori istallati dal Gestore presso l’Utente, che ne è custode e risponde di qualunque eventuale danno arrecato agli stessi anche per cause naturali o di terzi (gelo, intemperie, incendio e furto), salva la prova della mancanza di colpa nella custodia qualora si trovino in luoghi non ad uso ed accesso esclusivo dell’Utente.
  2. L’Utente consentirà agli incaricati dal Gestore di accedere ai locali per effettuare la lettura periodica, la manutenzione ed eventualmente la chiusura dei contatori.
  3. Al Gestore sarà consentito –previa comunicazione- di sostituire, modificare o spostare contatori, qualora ciò sia reso necessario da disposizioni normative, da ragioni di sicurezza o di opportunità tecnica.
  4. La verifica dei contatori potrà essere effettuata in qualunque momento per iniziativa del Gestore, oppure a richiesta dell’Utente con addebito in tal caso delle relative spese, salvo quanto previsto al punto seguente.
  5. Qualora la verifica certificata da un Soggetto terzo evidenzi un’irregolarità nel rilievo del consumo (oltre +/- 5%), le spese di verifica non saranno addebitate e si provvederà alla correzione o alla sostituzione dell’apparecchio, nonché alla ricostruzione dello stesso con effetto retroattivo, determinato sulla base dei consumi storici dell’ultimo anno o, in mancanza, per analogia rispetto ad utenze aventi analoghe caratteristiche.

5. CESSIONE DEI LOCALI

  1. L’Utente che vende, affitta, cede o abbandona a qualsiasi titolo i locali per i quali è in corso la fornitura, è tenuto a darne immediato avviso al Gestore al fine di consentire la lettura finale e la chiusura dei contatori.
  2. Mancando a tale obbligo egli assume la responsabilità solidale per i consumi eventualmente effettuati da terzi senza regolare contratto, nonché per qualsiasi altro conseguente danno.

6. BOLLETTAZIONE

  1. La periodicità della bollettazione è stabilita e resa nota dal Gestore, il quale emetterà anche bollette d’acconto.
  2. Il pagamento deve essere effettuato entro i termini fissati dal Gestore. In caso di ritardo verranno addebitati, dalla scadenza, interessi in misura pari al vigente tasso di riferimento della Banca Centrale Europea (MRO) più 3,5 punti percentuali, nonché eventuali maggiori spese di esazione.

7. VIOLAZIONI DEL CONTRATTO

  1. Nei casi più gravi di persistente violazione del Contratto e delle condizioni generali di somministrazione, fra cui il mancato pagamento anche di una sola bolletta, il Gestore avrà il diritto di ridurre o sospendere il servizio e risolvere il Contratto, anche presso altri punti di fornitura intestati all’Utente, previa tempestiva comunicazione.
  2. Le spese per la sospensione ed il ripristino delle somministrazioni, subordinato al corretto adempimento di ogni obbligazione assunta, sono a carico dell’Utente.
  3. Ogni manomissione dei sigilli e del contatore o di captazione abusiva dell’acqua potabile o di scarico non autorizzato sarà passibile di denuncia all’Autorità Giudiziaria, con riserva di esercitare il diritto di rivalsa per ogni danno subito.

8. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

  1. Il trattamento dei dati personali forniti dall’Utente ai fini della stipulazione del contratto di somministrazione avverrà nel rispetto della vigente legislazione in materia, i cui adempimenti relativi all’informativa all’interessato e al consenso al trattamento sono espletati al momento della sottoscrizione del Contratto.

9. RECLAMI

  1. Eventuali reclami possono essere inoltrati dall’Utente, preferibilmente in forma scritta, all’Ufficio per le Relazioni con il Pubblico istituito presso la Sede del Gestore.

10. NORME FINALI

  1. Per quanto non espressamente previsto dal presente contratto si rimanda a al Regolamento di Acquedotto, al Regolamento di Fognatura e depurazione e alla Carta dei Servizi approvati dal Consiglio di Bacino dell’Ambito Territoriale Ottimale Veronese.