10/08/2017

Nuove infrastrutture a Isola della Scala. Acque Veronesi presenta un imponente piano di riammodernamento delle reti e il nuovo depuratore.

Nuove infrastrutture a Isola della Scala. Acque Veronesi presenta un imponente piano di riammodernamento delle reti e il nuovo depuratore. Al via cantieri nel territorio isolano per circa 5 milioni di euro.

Il presidente di Acque Veronesi Niko Cordioli, il primo cittadino di Isola della Scala Stefano Canazza e l’assessore comunale Michele Gruppo hanno presentato questa mattina (giovedì 10 agosto) alla stampa l’apertura dei cantieri per il riammodernamento e adeguamento delle reti fognarie cittadine e i dettagli tecnici del nuovo impianto di depurazione del comune isolano. Un piano delle opere imponente e di fondamentale importanza per tutto il territorio, opere attese da anni che andranno a risolvere criticità e fabbisogni di migliaia di cittadini. Il piano prevede 3 maxi-interventi: l’adeguamento urgente del sistema depurativo della zona industriale, la posa di nuovi collettori fognari ad uso civile e la realizzazione del nuovo depuratore comunale. Il primo dei cantieri già avviato è quello relativo agli impianti di depurazione della zona industriale sita a sud del paese. Allo stato attuale il Comune di Isola della Scala è dotato di un sistema di depurazione della acque reflue domestiche del tutto insufficiente alle reali necessità della zona e alquanto datato. Pertanto, per sanare l’attuale scarico di acque miste nella fossa Trifona-Turella, si è deciso di procedere alla realizzazione di una rete separata di acque nere da convogliare, nel breve periodo, ad una vasca Imhoff di progetto. Nel momento in cui sarà realizzato il nuovo depuratore i reflui delle reti delle acque nere verranno convogliati verso la SS12 e collegati alla condotta in pressione di futura realizzazione avente come recapito finale proprio il nuovo impianto di depurazione. I lavori per l’adeguamento del sistema fognario industriale, dal costo di oltre 500 mila euro, sono partiti ad inizio luglio e termineranno entro i primi di dicembre. Il nuovo depuratore ha invece un importo previsto di 3 milioni e 300 mila euro e aprirà i cantieri nei prossimi mesi (presumibilmente entro dicembre di quest’anno, il tempo previsto per la fine dei lavori è di circa un anno). Maggiori tutele e sicurezza per l’ambiente grazie ad un servizio migliore che andrà ad ottimizzare e potenziare l’intero sistema fognario di una vasta zona del sud-ovest veronese, questi in sintesi i principali vantaggi relativi alla realizzazione della nuova infrastruttura che sorgerà in località Cà Magre. Dagli attuali 7 mila cittadini serviti si passerà, una volta ultimata l’opera, ai quasi 12 mila, con la possibilità di raggiungere in futuro il numero di 15.000 abitanti equivalenti serviti.

“Il nuovo impianto sorgerà su un’area di circa 5000 mq, ciò consentirà di raccogliere, con un prolungamento del collettore terminale, le portate rilanciate dal sollevamento dell’attuale depuratore di Isola-Giarella – ha commentato il presidente della società consortile Cordioli - Sarà realizzato utilizzando le più moderne e avanzate tecnologie di depurazione a fanghi attivi, consentendo così importanti ottimizzazioni delle spese di gestione ed una maggiore efficienza”. Cordioli ha infine illustrato i lavori di estensione della rete fognaria di acque nere ad uso civile che partiranno tra novembre e dicembre di quest’anno: “Il centro abitato ha numerose aree edificate che per ragioni tecniche ed economiche non sono mai state allacciate alla rete cittadina. Per le particolari caratteristiche geografiche del paese sarà un’opera impegnativa ed onerosa (più di 1 milione di euro). L’estensione della rete fognaria avverrà mediante la posa di tubazioni a gravità e la realizzazione di 3 impianti di sollevamento necessari per superare dislivelli morfologici del terreno. I lavori, che interesseranno circa una decina di strade e che avranno una durata di circa 4 mesi, prevedono la posa di circa 2.650 metri di nuove condotte fognarie che andranno a servire 573 abitanti fino ad oggi non allacciate”.

Soddisfazione per l’apertura dei cantieri è stata espressa dal primo cittadino di Isola della Scala Canazza e dal suo assessore Gruppo: “Opere importanti e attese da anni. Ringraziamo i vertici di Acque Veronesi per essersi fatto carico delle necessità della nostra collettività. In particolare, l’intervento del nuovo depuratore contribuirà a risolvere definitivamente l’annosa situazione che ha portato il nostro Comune ad essere oggetto di infrazione comunitaria. Nei prossimi mesi Isola della Scala sarà finalmente dotata di moderne infrastrutture che porteranno notevoli benefici anche di carattere ambientale”.






A cura dell’Ufficio Stampa di Acque Veronesi
Marco Mistretta
Tel. 3346005911
Marco.mistretta@acqueveronesi.it

 20170810112320_1.docx  Scarica l'allegato (34 Kb)  20170810112320_2.jpg  20170810112320_2.jpg (343 Kb)