Quanta acqua hai bevuto oggi ?


ANTEFATTI
In collaborazione con Acque Veronesi, il Dipartimento di Scienze Chirurgiche, odontostomatologiche e
materno infantili dell’Università di Verona, ha predisposto un questionario composto da 9 domande che
riguardano l’assunzione giornaliera di liquidi, sia in termini di quantità che di tipologia. Il questionario è
stato somministrato ai bambini di fascia di età tra i 6 e gli 11 anni.
Obiettivo del questionario ero quello di capire le abitudini e il rapporto che i bambini veronesi hanno nei
confronti dell’acqua e, sulla base dei dati raccolti, aiutarli al miglioramento delle abitudini alimentari.
I dati scientifici emersi sono da considerarsi di notevole rilievo.
Più della metà dei bambini intervistati, infatti, riferisce una scarsa assunzione giornaliera di acqua.
Dagli 881 questionari compilati, è emerso che il 70% dei bambini è consapevole di consumare pochi liquidi durante la giornata, solo il 30% riferisce di un maggiore consumo.
Sulla base di quanto emerso e per valorizzare i dati raccolti Acque Veronesi e l’UNIVR – Chirurgia hanno predisposto un piano di comunicazione, qui sintetizzato per punti, fissando degli obiettivi.
 
OBIETTIVO DEL PROGETTO:
INFORMARE ED EDUCARE IL BAMBINO AD UNA CORRETTA ASSUNZIONE DI LIQUIDI
Al fine del raggiungimento di questo obiettivo è stato pianificato un progetto che prevede un’azione
comune che coinvolge:
- Acque Veronesi.
- il Dipartimento di Scienze Chirurgiche, odontostomatologiche e materno infantili dell’Università degli
  Studi di Verona.
 
AZIONI
1. Informare ed educare.
2. Trasmettere l’importanza dell’acqua come alimento.
3. Sottolineare l’interesse e l’attenzione nei confronti del benessere dei cittadini a partire dai giovani e
    giovanissimi.
 
MESSAGGI
1. L’acqua è a tutti gli effetti un alimento.
2. Il corpo, a seconda dell’età e dell’attività svolta, necessita di un certo quantitativo di acqua al giorno.
3. Quali sono gli effetti, poco conosciuti, della scarsa idratazione.
4. Come prevenirli e correggerli.
5. I falsi miti
.
TARGET
1. Bambini
2. Docenti
3. Genitori
 
STRUMENTI
A seconda del target di riferimento e degli obiettivi ad esso collegati, saranno creati gli strumenti più adatti
a veicolare il messaggio (generico e/o specifico)
1. PROGETTO SCUOLA
2. PROGETTO PEDIATRIA
3. PROGETTO CITTADINO
 
PROGETTO SCUOLA
Il progetto scuola, rivolto agli alunni delle scuole primarie e che coinvolge in particolare le classi seconde,
terze e quarte, prevede un primo intervento “a campione” da svilupparsi nell’anno scolastico 2017/2018
per poi essere riprogrammato nel periodo 2018/2021 in modo più capillare.
 
A. IL PROGETTO ANNO PER L’ANNO SCOLASTICO 2018/2019
Il primo intervento servirà oltre che per produrre elementi statistici, anche ad acquisire elementi necessari per meglio tarare il progetto per gli anni successivi e coinvolgerà solo alcuni plessi scolastici.

AZIONI
1. Preparazione degli insegnanti delle classi individuate (oltre all’aspetto puramente didattico infatti sarà necessario capire dagli insegnanti stessi, quali potranno essere le modalità da adottare per poter
permettere gli alunni di bere in classe e di rifornirsi d’acqua una volta terminata quella nella borraccia).
2. Coinvolgimento del Consiglio d’Istituto.
3. Distribuzione ai bambini di un opuscolo informativo ed educativo.
4. Distribuzione ai genitori di un opuscolo informativo ed educativo.
5. Consegna di una borraccia personalizzata da utilizzare nel corso dell’orario scolastico e di altri gadget
6. Coinvolgimento del bambino in classe attraverso designazione settimanale di un “Responsabile
dell’Acqua”.
7. Distribuzione di un album illustrato che “insegni” e coinvolga in modo ludico.
8. Distribuzione di poster informativi da inserire nelle scuole.
9. distribuzione di un calendario per le famiglie che sia coinvolgente ed interattivo.
Sarà questo un test per capire se il messaggio che vogliamo dare viene recepito e se porta ad un effettivo cambiamento to degli stili di vita dei ragazzi e delle famiglie.
 
B. PROGETTO 2019/2020
Quanto emerso dal “test” verrà utilizzato per creare un progetto scolastico più ampio e strutturato che
coinvolgerà bambini, scuole e famiglie con l’intento di accompagnare passo-passo l’approccio all’acqua
come alimento ed alla sua corretta assunzione.
OBIETTIVO: promuovere l’acquisizione di stili di vita e abitudini corrette privilegiando la dimensione
educativa rispetto a quella informativa.
Per maggiori informazioni e disponibilità ad intraprendere questo percorso, si prega di voler contattare presso la sede di Acque Veronesi, Dario Tinazzi, responsabile della comunicazione ai seguenti recapiti:
e-mail: dario.tinazzi@acqueveronesi.it
tel. ufficio: 045 8677243
cell.: 335 7863869
 

Allegati


Guida pratica per i genitori (4.935 Kb) Acqua come alimento (262 Kb)